Vai al contenuto

Ogni evento che si rispetti produce quantità di rifiuti incredibili...  anche ASI sta riflettendo su come arginare il problema dei bicchieri e delle cartacce per i suoi eventi... intanto ci siamo fatti ispirare da Massimiliano "Jack" Fuffas per un concept visionario... Respect Mesiano! Alla prossima!

Oggetto: richiesta di appello orale straordinario del prof. Baggio per il corso di Fisica Tecnica per ingegneria edile-architettura, riservato al vecchio ordinamento 509/99.

Il prof. Baggio si è reso disponibile per l'apertura di una sessione di appello straordinaria per la data del 30 aprile per gli studenti di ingegneria edile-architettura.
Il professore ha dato la sua disponibilità per poche ore, per la precisione della ore 13.30 alle 17.30, pertanto ha fissato il limite di iscritti a 10, volendo assicurare precedenza agli studenti che già si sono iscritti all'appello di febbraio e hanno però rinunciato a sostenere l'esame orale.
Visto il numero ristretto di posti riteniamo siano da privilegiare gli studenti fuori corso del vecchio ordinamento, in quanto si trovano nel disagio di essere iscritti ad un corso di studi soppresso.
Secondo le modalità esplicate nel Comunicato n.1/2013, contatteremo il professore come organo di rappresentanza degli studenti. Abbiamo inoltre predisposto il modulo per la raccolta delle firme, che potete scaricare a questo indirizzo: link modulo, e poi consegnare debitamente compilato direttamente a Nicola Ianeselli che provvederà a sottoporre la richiesta.
Per quanto riguarda il limite a 10 studenti ammissibili, che noi comprendiamo ma che potrebbe divenire oggetto di discussione, cercheremo di accordare con il professore una modalità che permetta, magari in date differenti, agli studenti esclusi dalla deca di sostenere l'esame.
Trento, 22 aprile 2013
I rappresentanti degli studenti
PS: a partire dalla data del 23 aprile 2013 si fa presente che il modulo per l'appello di cui sopra si troverà appeso alla porta dell'ufficio rappresentanti, terzo piano.

[polldaddy poll=7053701]

Modulo unico di richiesta appello straordinario

Il presente modulo dovrà essere consegnato nella sua copia originale ai rappresentanti degli studenti DICAM in carica presso l’ufficio dei rappresentanti al terzo piano della ex facoltà di ingegneria, via Mesiano 77 o direttamente ad un loro delegato.

La compilazione della presente richiesta non costituisce garanzia per l’apertura dell’appello di esame indicato, eventualità che dovrà essere discussa nei tempi e nei termini con il docente indicato.

Si chiede cortesemente di non interferire con la domanda contattando direttamente il docente, ma di rivolgere eventuali dubbi o richieste direttamente al rappresentante di riferimento o presso la casella mail: rapp.ing.unitn@gmail.com.

I rappresentanti si impegnano ad inoltrare personalmente la richiesta al docente e comunicheranno l’esito della domanda attraverso il proprio portale web (sezione “Rappresentanti degli studenti” su asi.ing.unitn.it) e/o attraverso un comunicato sulle bacheche video della facoltà.

I rappresentanti degli studenti del DICAM.

Oggetto: la questione appelli straordinari, proposta organizzativa

Carissimi colleghi dei dipartimenti di ingegneria,

il ruolo dei rappresentanti degli studenti, che avete eletto lo scorso novembre, è quello di farsi portavoce dei bisogni degli studenti e gestire quelle situazioni di disagio e incomprensione fra studenti, professori e segreterie che spesso inficiano l'esperienza universitaria.
Stiamo lavorando perché, come la chiamiamo noi, la "questione appelli straordinari" venga gestita nella maniera più consona, affinché gli studenti abbiano sempre più appelli a disposizione, per quei corsi che ne dimostrassero la necessità, e i professori possano rivolgersi ad una figura ufficiale e costante senza che studenti coraggiosi prendano l'iniziativa di raccogliere e consegnare firme di cui spesso è messa in dubbio, purtroppo, la veridicità.
I vostri rappresentanti potrebbero curare questi rapporti studenti professore, per avere più voce in capitolo e per intraprendere una strada di ufficializzazione dei rapporti, su questo tema e su molte altre questioni.
La nostra proposta è strutturata nella seguente procedure, che provvederemo a stendere in forma più ufficiale, nel caso passasse l'approvazione popolare.
  1. Gli studenti dei diversi corsi e ordinamenti potranno sottoporre una richiesta informale per un appello straordinario in qualsiasi momento rivolgendosi ai rappresentanti di persona o scrivendo una mail all'indirizzo:  rapp.ing.unitn@gmail.com, almeno 30 giorni prima della data presunta dell'appello;
  2. I rappresentati contatteranno il professore interessato per verificarne la disponibilità e le possibili date;
  3. Verrà reso disponibile il modulo standard per la raccolta delle firme, presso il nostro ufficio e presso la nostra pagina web http://asileonardo.wordpress.com/category/rappresentanti/moduli/, che dovrà essere consegnata in forma cartacea;
  4. I rappresentati cureranno la verifica delle firme e sottoporranno il modulo allegato alla richiesta, riportando poi il responso sulla bacheca di facoltà o sempre sulla pagina web.
Siamo convinti che canalizzando e i rapporti con il corpo docenti su un unico ente studentesco la nostra voce possa essere più forte e più chiara, perché ci siano più appelli e perché il peso organizzativo non ricada in toto sui professori, già oberati di lavoro.
Sperando di aver bene interpretato un bisogno, quanto mai evidente, degli studenti ci impegnamo a svolgere al meglio l'incarico che ci è stato affidato.
Trento, 22 aprile 2013
I rappresentanti degli studenti

[polldaddy poll=7053701]

Link

Festa di Mesiano, Asi Leonardo fa appello al divertimento responsabile

Questo nuovo direttivo sta arrancando da mesi nelle paludi della burocrazia provinciale per una festa in tutta sicurezza e da mesi si sta scervellando perché a Mesiano ritorni l'Evento più bello, più caratteristico, più atteso della città

Dall'articolo di TrentoToday del 22 aprile 2013

La risposta dei giovani alla stanchezza del paese.
La risposta dei giovani alla stanchezza del paese.

Inutile nascondere che i fasti dell'ultima, clamorosa, famigerata Festa di Mesiano 2008 aleggino ancora su ASI Leonardo. La Festa si era, negli anni, trasformata in un evento mediatico dove l'opinione pubblica, aizzata da articoli deliberatamente scandalistici (sic!), concentrava il proprio scalpore su quei casi circostanziati, circostanziati, di vandalismo degli esclusi, per il numero di biglietti limitato, e sui  morti (una decina su quasi 7000 presenze, ndr) che inevitabilmente macchiavano la buona riuscita dell'evento, dimenticando serialmente i musicisti e le band, la gente che ballava e che rideva.

Lasciandoci alle spalle questa inutile polemica, questo nuovo direttivo sta arrancando da mesi nelle paludi della burocrazia provinciale per una festa in tutta sicurezza e da mesi si sta scervellando perché a Mesiano ritorni l'Evento più bello, più caratteristico, più atteso della città di Trento, città che di universitari non ne vuole, ancora, sentire parlare. Soprattutto la notte.

Mesiano resterà, almeno nel nostro immaginario, l'evento musicale simbolo di questa città: per tutte le grandi band che ci hanno suonato e per tutti quelli che si sono bevuti una due tre birrette senza finire sulle news.

Quest'anno Mesiano si chiamerà Over The Hill festival, e non solo per vezzo degli organizzatori, ma perché con Mesiano non vuole avere, 'ahimè, nulla a che fare, a partire dal nome. Sarà una tre giorni, solo serale, breve ma intensa. Chiuderemo presto, anche perché poi ci sarà da pulire. Ci saranno rock ed elettronica, band e dj. Ma non solo. Ci saranno i rappresentanti degli studenti che parleranno con gli studenti e ci sarà un torneo di calcetto (forse).

La vecchia cara Mesiano per molti di noi vive solo nei racconti di quelle gesta degli avventori, che per ogni nuovo pubblico diventano sempre più eroiche, e negli articoli di giornale. Sfogliando però i nostalgici album appiccicosi, che i passati direttivi hanno abbandonato in ufficio, ci riconosciamo nella loro voglia di regalare a questa facoltà un paio di serate dove tutti si sono divertiti senza guai e che rimangano vividi i colori di una festa indipendente, in questa Trento universitaria spesso troppo grigia.

Respect Mesiano! Rispettate Mesiano! il suo parco e il suo viale alberato, la sua terrazza e, per ultima, la sua Associazione di volontari! facciamo riuscire questa festa come si deve e, soprattutto, auguriamoci una seconda una terza una quarta... edizione, sempre più bella, sempre più universitaria.

Il direttivo ASI Leonardo